e.attualità

L'Uovo di Berlusconi

*Sociobiologia

*Fisiologia sociale

*Socialismo contrattuale

Marketing Sociale

L'Uovo di Berlusconi

Banca
del metodo

Promoziona
te stesso

New
Solidarity

Promoziona
la Chiesa

Banca
dei siti

Marketing
sociale

Marketing
politico

Scienze
Pubblicitarie

New New
Economy

    MAPPA

      IL PROCESSO A INTERNET SETTIMANALE ON-LINE diretto da Amedeo Nigra


 

Il sito La mappa La società Per scriverci Altavista

Mailing List

Invia un tuo intervento

HOME PAGE

MENU' DEL SITO

Commercio Elettronico

 * Leggi e commenti

 * Panoramica

    generale

 * Panoramica sulle

    controversie

 * Mappa

    Dibattiti

 * Inviate un Vostro

    intervento

 * Leggete qui

    gli interventi

 * Le opinioni

 * Mappa

Motori di ricerca di settore


  Promoziona

     la chiesa


  Marketing

     Politico

  New Economy

  Banca del metodo

  Promoziona

     te stesso

  Scienze

     pubblicitarie

  New Solidarity

  Banca dei siti

MENU' DEL

"SETTIMANALE"

"L'UOVO DI BERLUSCONI"

 L'Uovo di Berlusconi

 on-line

 * Il primo libro di

    marketing sociale

 * Recensioni

 * Prefazione del libro

 * Per acquistare il

    libro

  L'Uovo di Berlusconi

 nelle librerie

 * Libreria Mondadori

 * Cooperativa

    Libraria Lombarda

 * Libreria Hoepli

 * Libreria Accademia

Link utili


Il Sole 24 Ore
The counter

ANSA
Il Parlamento
Jumpy
Il Giorno
Arianna
Studio Legale Nigra

Microsoft
Italia Uno
Rete Quattro
Canale Cinque
Mediaset On Line

Corriere della Sera



Siti scientifici:

Ambiente

Archeologia

Architettura

Assicurazioni

Banche

Biologia

Diritto

Economia

Farmacia

Informatica

Ingegneria

Istruzione e

insegnamento



Siti scientifici:

Lettere e arti

Medicina

Meteorologia

Motori di ricerca

Per registrare

il Vostro sito

Politica e

enti pubblici

Pubblicità e marketing

Scambio banner

Scienze

Storia e filosofia

Trasporti e

telecomunicazioni



Promoziona te stesso:

 Per registrare un annuncio

Per registrare il Vostro sito

Ricerca per parola

Sfogliate la rubrica inserzioni per regione

Sfogliate la rubrica inserzioni per regione (richieste)



Promoziona te stesso:

Sfogliate la rubrica inserzioni per argomento (offerte)

Sfogliate la rubrica inserzioni per argomento (richieste)

Per chiedere di cancellare un annuncio



Link utili:

Link delle offerte di lavoro

Il commercio elettronico

Suggerimenti per i vostri acquisti

I link per le vendite

Banca Dati

Gratis

Scambio banner

Link per la propria promozione








 

 

IL RECESSO E LA LEGGE N. 185 DEL 1999

NEL COMMERCIO ELETTRONICO

21 Dicembre 2001

Il tema del recesso è disciplinato dal Decreto Legislativo del 15.01.1992, n. 50 e dal Decreto legislativo del 22.05.1999, n. 185.

Esaminiamo ora queste leggi singolarmente.

In precedenza avevamo già esaminato, nel dettaglio, come venga disciplinato il tema del recesso sulla base del D.Lgs: 50/1992, in materia di contratti negoziati fuori dai locali commerciali (per vederlo è possibile cliccare qui).

Esaminiamo ora come venga disciplinato lo stesso argomento dal D.Lgs. 185/1999, in materia di contratti a distanza. Ebbene, ecco le regole.

D. LGS. del 22.05.99, n. 185 – Questa disposizione è stata emanata in attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza e in tema di recesso prevede queste regole

· Art. 5 - Esercizio del diritto di recesso.

1. Il consumatore ha diritto di recedere da qualunque contratto a distanza, senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo, entro il termine di dieci giorni lavorativi decorrente:

a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all'articolo 4 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto purché non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;

b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all'articolo 4, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto purché non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.

2. Nel caso in cui il fornitore non abbia soddisfatto gli obblighi di cui all'articolo 4, il termine per l'esercizio del diritto di recesso è di tre mesi e decorre:

a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;

b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.

3. Salvo diverso accordo tra le parti, il consumatore non può esercitare il diritto di recesso previsto ai commi 1 e 2 per i contratti:

a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l'accordo del consumatore, prima della scadenza del termine di dieci giorni previsto dal comma 1 (1/a);

b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il fornitore non è in grado di controllare;

c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi o alterarsi rapidamente;

d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;

e) di fornitura di giornali, periodici e riviste;

f) di servizi di scommesse e lotterie.

4. Il diritto di recesso si esercita con l'invio, entro il termine previsto, di una comunicazione scritta all'indirizzo geografico della sede del fornitore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione può essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex e facsimile, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.

5. Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore è tenuto a restituirlo o a metterlo a disposizione del fornitore o della persona da questi designata, secondo le modalità ed i tempi previsti dal contratto. Il termine per la restituzione del bene non può comunque essere inferiore a dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del ricevimento del bene.

6. Le uniche spese dovute dal consumatore per l'esercizio del diritto di recesso a norma del presente articolo sono le spese dirette di restituzione del bene al mittente, ove espressamente previsto dal contratto a distanza.

7. Se il diritto di recesso è esercitato dal consumatore conformemente alle disposizioni del presente articolo, il fornitore è tenuto al rimborso delle somme versate dal consumatore. Il rimborso deve avvenire gratuitamente, nel minor tempo possibile e in ogni caso entro trenta giorni dalla data in cui il fornitore è venuto a conoscenza dell'esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore.

8. Qualora il prezzo di un bene o di un servizio, oggetto di un contratto a distanza, sia interamente o parzialmente coperto da un credito concesso al consumatore, dal fornitore ovvero da terzi in base ad un accordo tra questi e il fornitore, il contratto di credito si intende risolto di diritto, senza alcuna penalità, nel caso in cui il consumatore eserciti il diritto di recesso conformemente alle disposizioni di cui ai precedenti commi. È fatto obbligo al fornitore di comunicare al terzo concedente il credito l'avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore. Le somme eventualmente versate dal terzo che ha concesso il credito a pagamento del bene o del servizio fino al momento in cui ha conoscenza dell'avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore sono rimborsate al terzo dal fornitore, senza alcuna penalità, fatta salva la corresponsione degli interessi legali maturati.

· Art. 6 - Esecuzione del contratto.

1. Salvo diverso accordo tra le parti, il fornitore deve eseguire l'ordinazione entro trenta giorni a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il consumatore ha trasmesso l'ordinazione al fornitore.

2. In caso di mancata esecuzione dell'ordinazione da parte del fornitore, dovuta alla indisponibilità, anche temporanea, del bene o del servizio richiesto, il fornitore, entro il termine di cui al comma 1, informa il consumatore, secondo le modalità di cui all'articolo 4, comma 1, e provvede al rimborso delle somme eventualmente già corrisposte per il pagamento della fornitura. Salvo consenso del consumatore, da esprimersi prima o al momento della conclusione del contratto, il fornitore non può adempiere eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, anche se di valore e qualità equivalenti o superiori.

· Art. 7 - Esclusioni.

1. Gli articoli 3, 4, 5 e il comma 1 dell'articolo 6 non si applicano:

a) ai contratti di fornitura di generi alimentari, di bevande o di altri beni per uso domestico di consumo corrente forniti al domicilio del consumatore, al suo luogo di residenza o al suo luogo di lavoro, da distributori che effettuano giri frequenti e regolari;

b) ai contratti di fornitura di servizi relativi all'alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero, quando all'atto della conclusione del contratto il fornitore si impegna a fornire tali prestazioni ad una data determinata o in un periodo prestabilito.

· Art. 15 – Disposizioni transitorie e finali.

2. Fino all’emanazione di un testo unico di coordinamento delle disposizioni di cui al presente decreto legislativo con la disciplina recata dal decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, alle forme speciali di vendita previste dall’art. 9 del decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, e dagli articoli 18 e 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, si applicano le disposizioni più favorevoli per il consumatore contenute nel presente decreto legislativo.


Home page Il sito La mappa La società Per scriverci Ricerca

| Inviate un Vostro intervento | Leggete qui gli interventi | Le opinioni  | Mappa |

| Intervista a Lucio Stanca, Ministro della Innovazione e Tecnologia e al Professor

Roberto Polillo di Etnoteam | Leggi e commenti |
|
La panoramica generale | Panoramica sulle controversie | Mappa |


Il Processo a Internet

Copyright © - Il Processo a Internet®, tutti i diritti riservati. 02/89504671.
E-mail: marketing@marketing-sociale.com


Provider: Alinet S.p.A. - Via Lame n. 15 - 40122 Bologna - tel. +39/051/6563611

fax. +39/051/239245 - E-mail: info@alinet.it - sito: www.alinet.com

Gestore Internet: www.il-processo-a-internet.com

Registrazione Tribunale di Milano: numero 677 del 30/11/2001

Direttore: Amedeo Nigra - www.studiolegalenigra.com

Editore: Marketing Sociale S.r.l. - www.marketing-sociale.com

Omologa Tribunale di Milano: numero 4074

Registrazione Camera di Commercio: numero 81847/1999

Autorizzazione Comune di Milano: numero 34537/2000