COMMENTO IL PROCESSO A INTERNET

SETTIMANALE ON-LINE: Diritto, Economia e Nuove Tecnologie

diretto da Amedeo Nigra

 

  Home   Commento   Mappa   Personaggi   Il Processo a Internet  

 

5 Maggio 2006

Intervista a Marta Brivio Sforza
ONCOGENOMICA SUGLI SCUDI
di Amedeo Nigra

La solidarietà raccoglie fondi per diverse decine di milioni di euro, finanziando la ricerca bio-medica e aiutando il nostro Paese a crescere negli studi scientifici più avanzati. In quest’ambito, la più interessante novità riguarda il tema della “ereditarietà” dei tumori, ossia la oncogenetica, una materia attraverso la quale è possibile prevenire e curare il cancro, con larghissimo anticipo. Ma, per saperne di più, ne parliamo con Marta Brivio Sforza, personalità di spicco della aristocrazia milanese e Consigliere della Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Avvocato Brivio Sforza, l'A.I.R.C. ha "peso", in Italia? Il bilancio del 2003, vede proventi per ben 47 milioni di Euro, con un incremento del 7%. In Europa, siamo i primi. Abbiamo ottenuto 60 mila Euro, solo con la manifestazione di Peppino Di Capri, realizzata a Milano, al Teatro Dal Verme. Ora abbiamo programmato la presentazione del film di Scorzese, sulla vita di Howard Hughes, con Leonardo Di Caprio. Inoltre, tutte le vendite ottenute dalla Bulgari, nei propri negozi, nel mese di Dicembre sono state devolute all'A.I.R.C.. Il 7 Aprile di quest'anno ci è stata consegnata dal Presidente Carlo Azelio Ciampi, la Medaglia d'Oro della Sanità, per i meriti della ricerca.
Quali sono le ultime novità? Proprio il primo Luglio di quest'anno, abbiamo destinato 25 milioni di Euro, ripartiti su 331 progetti. La novità assoluta è costituita dalla oncogenomica, dove si congiunge lo studio del genoma, con la ricerca di vere e proprie terapie per i tumori. Sul piano economico, dalla beneficenza tradizionale, si sta passando, per così dire, a una solidarietà aziendale, con notevoli donazioni e con grandi imprese impegnate come sponsor. In un certo senso, la solidarietà ci indica la via da seguire, per aumentare gli investimenti, in ricerche, nel nostro Paese.
Come è nata l'Associazione? L'A.I.R.C. è stata fondata nel 1965 per iniziativa di note personalità del mondo scientifico e imprenditoriale della città di Milano, con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare progetti in campo oncologico. Da Milano, l'A.I.R.C. si è estesa a tutto il territorio nazionale.
E, Marta Brivio Sforza, come ha iniziato? Ho sempre nutrito una fortissima attrazione per la cultura e la solidarietà. Oltre a essere avvocato, ho militato nel sociale, come dama dell'Istituto Santi Maurizio e Lazzaro e Consigliere della Fondazione Durini. Da quando sono diventata mamma di due gemelli, ho nutrito una particolare attenzione per il campo medico-scientifico e, proprio per questo, sono stata chiamata a far parte dell'A.I.R.C., su invito di Bona Borromeo, Presidente del Comitato della Lombardia e Vice Presidente del Comitato Nazionale.
 

 

(*) Nota: l'articolo, scritto da Amedeo Nigra (www.studiolegalenigra.com), è già stato pubblicato da Espansione nel mese di Aprile 2005 e viene qui riproposto per la sua attualità.


LINK GENERALI

 

  Home   Commento   Mappa   Personaggi   Il Processo a Internet  


Provider: Effebi Informatica - Via Sormani n. 15 - 20095 Cusano Milanino (MI) - tel. +39/02/66402374

fax. +39/02/66404056 - E-mail: info@effebi-informatica.com - sito: www.effebi-informatica.com

Gestore Internet: www.il-processo-a-internet.com

Registrazione Tribunale di Milano: numero 677 del 30/11/2001

Direttore: Amedeo Nigra - www.studiolegalenigra.com

Editore: Marketing Sociale S.r.l. - www.marketing-sociale.com

Omologa Tribunale di Milano: numero 4074

Registrazione Camera di Commercio: numero 81847/1999

Autorizzazione Comune di Milano: numero 34537/2000